Forte Agra

Il forte di Agra è un forte storico della città di Agra in India. Fu costruito nel 1565-1573 per l’imperatore Moghul Akbar. Fu la residenza principale dei sovrani del clan Sikarwar di Rajputs fino a quando i mughal la occuparono e la dinastia Mughal fino al 1638, quando la capitale fu spostata da Agra a Delhi. Era anche conosciuto come “Lal-Qila”, “Fort Rouge” o “Qila-i-Akbari”. Prima della cattura da parte degli inglesi, gli ultimi sovrani indiani ad averlo occupato furono i Maratha. Nel 1983, il forte di Agra è stato iscritto a vita come patrimonio mondiale dell’UNESCO. Si trova a circa 2,5 km a nord-ovest del suo monumento gemello più famoso, il Taj Mahal. Il forte può essere descritto più accuratamente come la città murata.

Come il resto di Agra, la storia del forte di Agra prima dell’invasione di Mahmud Ghaznavi non è chiara. Tuttavia, nel XV secolo, i Chauhan Rajput lo occuparono. Poco dopo, Agra assunse lo status di capitale quando Sikandar Lodi (1487–1517 d.C.) spostò la sua capitale da Delhi e costruì alcuni edifici nel forte preesistente di Agra. Dopo la prima battaglia di Panipat (1526 d.C.) i Moghul conquistarono il forte e da esso governarono. Nel 1530 d.C. Humayun vi fu incoronato. Il forte assunse il suo aspetto attuale durante il regno di Akbar (1556–1605 d.C.).

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.