Monumenti buddisti a Sanchi

Monumenti buddisti a Sanchi

Sanchi è un complesso buddista, famoso per il suo Grande Stupa, sulla cima di una collina nella città di Sanchi, nel distretto di Raisen, nello Stato del Madhya Pradesh, in India. Si trova a circa 23 chilometri dalla città di Raisen, quartier generale del distretto e 46 chilometri (29 miglia) a nord-est di Bhopal, capitale del Madhya Pradesh.

Il Grande Stupa di Sanchi è una delle strutture in pietra più antiche dell’India e un importante monumento dell’architettura indiana. Fu originariamente commissionato dall’imperatore Maurya Ashoka il Grande nel 3° secolo a.C. Il suo nucleo era una semplice struttura semisferica in mattoni costruita sulle reliquie del Buddha. Era coronato dal “chhatra”, una struttura simile a un parasole che simboleggiava l’alto rango, che aveva lo scopo di onorare e proteggere le reliquie. I lavori di costruzione originali di questo stupa furono supervisionati da Ashoka, la cui moglie Devi era la figlia di un mercante della vicina Vidisha. Sanchi era anche il suo luogo di nascita e il luogo del matrimonio di lei e Ashoka. Nel I secolo a.C. furono aggiunte quattro toranas (porte ornamentali) finemente scolpite e una balaustra che circondava l’intera struttura. Il Sanchi Stupa costruito durante il periodo Maurya era fatto di mattoni. Il composito fiorì fino all’XI secolo.

Sanchi è il centro di una regione con un certo numero di stupa, tutti entro poche miglia da Sanchi, incluso Satdhara (9 km a ovest di Sanchi, 40 stupa, le reliquie di Sariputra e Mahamoggallana, ora custodite nel nuovo Vihara, erano rinvenuti lì), Bhojpur (chiamato anche Morel Khurd, una collina fortificata con 60 stupa) e Andher (rispettivamente 11 km e 17 km a sud-est di Sanchi), nonché Sonari (10 km a sud-ovest di Sanchi). Più a sud, a circa 100 km di distanza, si trova Saru Maru. Bharhut si trova a 300 km a nord-est.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.